Come iniziare a fare trading online

Pubblicato in Trading di il 24 Aprile 2017 0 Commenti

iniziare-trading-online
Come partire con il piede giusto nel trading online e iniziare subito a guadagnare, grazie ai consigli che vi daremo per evitare i più classici errori da principianti. Vi accorgerete che non è poi così difficile effettuare un investimento allo stesso tempo redditizio e collegato soltanto il minimo indispensabile alla fortuna, componente da molti reputata come unico fattore essenziale in questo settore, ma che in realtà influenza soltanto in parte l’andamento dei vostri affari.

Il primo passo da fare per avvicinarsi ad un mondo a voi completamente nuovo è quello di scegliere il broker giusto, che consenta di fare trading online in piena sicurezza, qualità del servizio e convenienza, vale a dire i tre “ingredienti” base per giudicare il livello di un portale al quale andremo a basarci per i nostri futuri investimenti.

Sicurezza nel trading online


Per quanto riguarda il primo fattore, quello della sicurezza, è bene affidarsi ai siti web regolamentati, che riportino marchi di prestigio assoluto come CySEC, MiFID, Consob, FCA e altre società che ogni giorno sono impegnate a monitorare il giro di denaro sul web per assicurare corrette esperienze con il mondo della Borsa e della finanza.

Se invece avete problemi ad affidarvi al trading in generale perché temete che non sia lo strumento giusto per generare guadagni, vi assicuriamo dicendo che entrando sul mercato con una certa logica (apprendendo i consigli dei più esperti, assieme alle tecniche di investimento più diffuse) non sarà difficile apprezzare sin dalle prime esperienze la gioia di veder rendere velocemente il proprio capitale. Sicurezza al top, dunque, ma fate molta attenzione a non farvi prendere subito dalla foga di investire grandi somme di denaro oppure (parlando di contratti per differenza) perdere il controllo della leva, perché scelte azzardate possono costare molto caro in termini di perdite.

Qualità della piattaforma

Dopo aver reputato sicuro al cento per cento un determinato broker (generalmente, si ha l’imbarazzo nella scelta a seguito della prima scrematura), pensiamo alla qualità della piattaforma di trading e del sito internet ufficiale. Controllate il numero di assets che vengono trattati, ovvero quelli sui quali potrete effettuare delle operazioni di mercato: con le opzioni binarie e i CFD, generalmente, oltre alle classiche azioni e obbligazioni vengono spesso presi in considerazione indici di Borsa, fondi di tipo ETF, metalli e altre materie prime. A seguito dell’avvio dell’attività e dopo aver imparato le principali strategie di investimento, vi accorgerete che sarà molto importante far riferimento ad un broker che rappresenti l’indicatore della media mobile, Bande di Bollinger, supporti e resistenze e altre importanti fonti. Altro punto importante per capire il grado di qualità della piattaforma è relativo al comfort offerto agli utenti, sotto l’aspetto grafico e soprattutto nella velocità con la quale si possono portare a termine ordini di acquisto e vendita.

Siti di trading online


Terzo punto è logicamente quello della convenienza economica di un broker di trading online, aspetto che equivale all’assenza totale di commissioni da pagare al servizio. Il bello di fare transazioni via internet non è soltanto in fattori (comunque importanti) come quello di stabilire in autonomia le mosse da fare e operare nel più breve tempo possibile, dal momento che i benefici arrivano dalla concorrenza tra i portali presenti sul web.

Tra i migliori siti per fare trading online, oltre a Plus500 che abbiamo già citato, è necessario ricordare anche 24option. 24option è un sito di trading facilissimo da usare, anche per i principianti. Inoltre, offre un servizio di alert di trading veramente molto utile. Questi alert sono indicazioni su operazioni da fare sul mercato a colpo sicuro. Seguendo questi alert è possibile fare operazioni con una probabilità di profitto davvero elevata. Se vuoi operare con 24option, clicca qui per iscriverti gratis.

Sul discorso della convenienza legata alle commissioni, sappiate che nella maggior parte dei casi il trading online in opzioni binarie non presenta importi da pagare al broker, né sotto forma di percentuale e né come quota fissa. Con i CFD ci sarà, invece, un importo di spread, che equivale al differenziale tra vendita e acquisto che finisce nelle casse del sito web dove investite. Una buona accortezza, dunque, può essere quella di scegliere un broker dove questa cifra sia piuttosto limitata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *