Chi guadagna veramente in Borsa?

Pubblicato in Borse di il 13 marzo 2017 0 Commenti

guadagnare con la borsaInvestire in Borsa, o giocare in Borsa come spesso si dice in termini gergali, può essere un’attività ad altissimo rendimento ma può anche comportare delle perdite. Guadagnare o perdere non dipende dalla fortuna o dalla manipolazione dei mercati, dipende dalle scelte che si fanno. Molto spesso i trader perdenti sono abituati a crearsi degli alibi: ad esempio, accusano qualcuno o qualcosa di manipolare costantemente i mercati a loro danni. Ora, non possiamo escludere che alcuni mercati finanziari siano manipolati (la Borsa italiana in effetti lo è) ma chiediamoci: visto che molto spesso le manipolazioni sono evidenti, non sarebbe il caso di sfruttarle per prendere profitto?

I trader vincenti fanno proprio questo. Essendo dei piccoli trader non possono influenzare i mercati e devono invece cercare, semplicemente, di seguire il trend. Il trader vincente è un vincente nella vita, prima di essere nella finanza: sa che cosa significa rischiare in prima persona, sa prendersi le sue responsabilità e sa prendere profitto di tutte le situazioni, positive o negative che siano.

Il trader perdente è un perdente anche nella vita ed è un degno membro del parco buoi. Non solo perde ripetutamente, ma accusa ripetutamente qualche entità esterna di essere colpevole delle sue perdite. Può essere la cattiva sorte, lo Stato, la CONSOB che non vigila, ecc..

Quali sono le scelte che portano a guadagnare in Borsa? Per prima cosa, è fondamentale capire che la Borsa non è un casino online, non è una scommessa, è un investimento finanziario vero e proprio e come tale deve essere considerato. In secondo luogo, è necessario utilizzare gli strumenti giusti. Lo strumento tipico di chi guadagna è sempre uno strumento derivato. Poi i meno esperti useranno le opzioni binarie, i più esperti i Contratti per Differenza (CFD) ma nessuno tra coloro che guadagna veramente acquista direttamente le azioni. Questo perché nel momento in cui le quotazioni scendono, se si acquistano direttamente le azioni si perdono soldi (di solito è un bagno di sangue) mentre se si utilizzano opzioni binarie o CFD si può persino guadagnare, a patto di averlo previsto in anticipo.

Chi guadagna in Borsa, inoltre, ha sempre l’intelligenza di scegliere nel migliore dei modi possibili le piattaforme di trading che utilizzerà. In effetti una piattaforma di trading in Borsa deve essere per prima cosa autorizzata e regolamentata da CONSOB ed è solo CONSOB che può dare questa garanzia. Ma il fatto che la piattaforma sia autorizzata dalla CONSOB non è una garanzia sufficiente sotto altri aspetti: una buona piattaforma di trading deve anche essere conveniente dal punto di vista economico. Per dire, pagare commissioni o costi fissi per tenere aperto un conto di trading in Borsa è da stupidi, visto che esistono piattaforme che sono completamente gratuite, senza commissioni nè costi fissi. Poi ci sono altri aspetti da considerare, come ad esempio la semplicità d’uso. Anche in questo caso, è importante che una piattaforma per il trading in Borsa sia veramente semplice da utilizzare.

Possiamo riassumere le caratteristiche principali di un trader che guadagna in Borsa:

  • Mentalità vincente
  • Uso di strumenti derivati (opzioni binarie o CFD)
  • Uso delle migliori piattaforme di trading online per la Borsa

Non è difficile seguire questi passi: il primo è il più complesso, visto che la maggior parte degli aspiranti trader non hanno una mentalità vincente che può essere sempre acquisita.

Migliore piattaforma per trading in Borsa

Per chi fosse interessato a operare in Borsa con la migliore piattaforma di trading suggeriamo di utilizzare Plus500. Plus500 è una piattaforma completamente gratuita, che non applica commissioni di nessun tipo nè costi fissi. Plus500 è facilissima da utilizzare anche per chi non ha mai operato sui mercati finanziari. Puoi aprire il tuo conto gratuito su Plus500 cliccando qui.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *