Indici di Borsa

Pubblicato in Borse di il 24 aprile 2017 0 Commenti

Investire sugli indici di borsa può portare innumerevoli benefici rispetto all’investimento sulle azioni singole. Il numero di persone che ogni giorno fa trading online sugli indici è in costante aumento anno dopo anno. Il trend è certamente positivo, ma non è un caso che sia ormai così. Sempre più persone vogliono investire con tranquillità e attualmente soltanto gli indici sono in grado di garantire una certe linearità nelle curve di guadagno.

Investire sugli indici di borsa ha infatti un rischio che è mediamente inferiore rispetto al classico investimento in azioni. Vediamo quindi insieme questi vantaggi e cerchiamo dunque di capire come è possibile investire nel mercato degli indici azionari.

Durante l’investimento in azioni si è costretti a dover “subire” gli alti e bassi del titolo stesso, con davvero poche garanzie sull’andamento futuro. Nel caso la società dovesse fallire, anche il proprio investimento andrà molto probabilmente in fumo. Con gli indici la questione è alquanto diversa, in quanto l’investimento viene fatto su un larghissimo paniere di azioni ponderate (solitamente) in base alla loro capitalizzazione di mercato.

Adesso che abbiamo scoperto che investire negli indici di Borsa è un vantaggio rispetto alle singole azioni, resta da chiedersi se questa tipologia di investimento è più facile oppure è più difficile rispetto alle singole azioni.

Dobbiamo affermare che le differenze nella metodologia di investimento sono inesistenti, grazie ai Contratti per Differenza (CFD). Con i CFD è infatti sufficiente selezionare la quantità desiderata da investire, impostare il blocco perdita e prendi profitto e finalizzare l’operazione. Nel giro di qualche minuto la posizione sarà stata aperta a mercato.

Indici di Borsa cosa sono

Prima di entrare nel dettaglio degli indici di borsa, è necessario descrivere in maniera accurata cosa sono e come funzionano gli Indici di Borsa.

Si sente parlare degli indici di borsa molto spesso, sia sui quotidiani che sui telegiornali, per non parlare sulla rete, nei siti internet.

Ma che cosa sono gli indici di borsa? Per indici di borsa si intende un insieme di azioni correlate tra di loro. Il prezzo dell’indice di borsa riflette in sostanza ogni azione in base all’influenza che il titolo ha sullo stesso indice.

Questo significa dunque che le azioni che hanno più peso sull’indice, avranno anche una influenza maggiore sul prezzo. Solitamente l’indice viene costituito in base alla capitalizzazione dei titoli. Più un titolo è liquido e più il suo peso sarà maggiore all’interno dell’indice.

Un indice di borsa si legge in base al grafico di prezzo. Se il prezzo sta andando verso l’alto nel tempo significa che l’indice è in fase di uptrend (i compratori sono in aumento rispetto ai venditori); se invece il prezzo sta andando verso il basso nel tempo significa che l’indice è in fase di downtrend (i compratori sono in diminuzione rispetto ai venditori).

Tipologie Indici

Gli indici possono essere creati dai centri borsistici in varie modalità. Solitamente gli indici possono essere di tre tipologie: Indici equally weighted, Indici value weighted e Indici price weighted. Vediamo dunque un breve riassunto di ciascuna di queste tipologie di indici.

  • Indice Value Weighted: questo è l’indice più comune e può essere ritrovato sul 90% degli indici attualmente in circolazione. Questa tipologia di indice consente di avere una rappresentazione molto veritiera dell’indice. L’indice viene creato prendendo i titoli azionari e fornendogli un peso che risulta essere proporzionale in base alla capitalizzazione di mercato. Questa tipologia di indice di borsa non è molto diffusa.
  • Indice equally weighted: in questo caso non viene tenuto conto della capitalizzazione. Tutti i titoli hanno lo stesso peso.
  • Indice Price Weighted: la tipologia di indice meno diffusa. Ogni titolo ha un peso in base al prezzo.

Investire sugli indici

Investire sugli indici significa prima di tutto cercare di prevedere su come il paniere di titoli si muoverà in futuro. Si tratta quindi di un investimento a tutti gli effetti.

Quando si inizia ad investire negli indici è di fondamentale importanza studiare le aspettative dei titoli contenuti all’interno del paniere. È necessario porre una grande attenzione alle analisi e sui giudici degli esperti analisti dei mercati finanziari. Necessario anche poi analizzare approfonditamente i competitors, così come studiare l’economia di riferimento dove le azioni vengono inserite.

Per fare un esempio: se si decide di investire sull’indice italiano FTSE Mib, sarà necessario dare uno sguardo approfondito alle prospettive economiche ed ai dati macroeconomici dell’Italia.

Investire sugli indici di Borsa

Sono in molti a chiedersi se conviene di più investire nel mercato delle azioni oppure in quello degli indici. Si tratta di una comparazione che va a toccare argomenti molto complessi dei mercati finanziari.

Per fare un esempio, se pensiamo che un determinato paese, come la Francia, possa vedere un aumento del sul Pil nell’anno in corso, allora lo sbocco inevitabile non sono singole azioni tedesche ma l’indice CAC della Borsa di Parigi. Da questo semplice esempio è possibile capire che investire negli indici azionari è estremamente più semplice rispetto ad investire in semplici titoli azionari.

Tuttavia esiste anche il rovescio della medaglia. Se da un lato un titolo azionario può fare balzi molto importanti nel suo prezzo, gli indici sono in realtà molto stabili, ed è alquanto improbabile poter pensare di riuscire a guadagnare il 50% con un indice, in quanto le movimentazioni sono più modeste proprio a causa del fatto che è presente una moltitudine di indici e viene fatta una media.

Investire negli indici azionari se risulta da un lato molto più semplice rispetto ai titoli azionari, è dall’altro meno profittevole (ma più stabile). I vantaggi quindi sono maggiori rispetto agli svantaggi.

Come investire sugli indici online

Vediamo quindi come fare realmente ad investire sugli indici azionari. Per investire sugli indici è necessario prima di tutto munirsi di un intermediario. Per intermediario s’intende un broker che fornisca la liquidità in modo da permettere al cliente di comprare e vendere gli indici con un semplice click.

Il web è il modo più veloce, economico e semplice per investire con gli indici online. Sono presenti numerosi broker di trading online regolamentati. Tra tutti segnaliamo la piattaforma di trading online CFD Plus500.

Con Plus500, broker regolamentato CySEC e registrato CONSOB, è possibile fare trading online con una grande quantità di indici online. Non è necessario investire grandi quantità di fondi (Plus500 richiede un deposito minimo di soli 100 euro, accessibile a tutti) e non neanche necessario fare trading con soldi veri, in quanto Plus500 mette a disposizione un conto di trading online demo.

Clicca qua per saperne di più su Plus500 >>

Il trading online sui Contratti per Differenza non richiede alcun tipo di prerequisiti: è sufficiente avere un computer (o uno smartphone per fare trading in mobilità), una connessione internet e ovviamente il tempo per fare trading online investendo negli indici. Le posizioni rimangono aperte anche spegnendo il computer oppure lo smartphone.

Ecco i vari step per iniziare già da oggi a fare trading online con gli indici azionari:

  1. Aprire un conto demo/reale su una piattaforma di trading regolata come Plus500;
  2. Decidere su quali indici azionari investire;
  3. Aprire le posizione con il proprio account Demo oppure reale;

Prima di iniziare ad investire con soldi veri, è consigliabile iniziare con un conto demo. Plus500 lo offre gratuitamente ed illimitatamente, clicca qua per aprire uno adesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *